Dacia Duster: per girare in SUV bastano 11.900 €.

Questo slideshow richiede JavaScript.

OLTREPO PAVESE – Se pensate che con 11.900€ sia possibile acquistare poco più di un’utilitaria, vi sbagliate. Con la Dacia Duster, l’emblema dell’ostentazione in ambito automobilistico, diventa un veicolo alla portata di tutti e se volete spendere tanto, non è di certo il SUV che fa per voi. Proseguendo sulla strada del “low cost”, Dacia presenta il suo sesto modello, forte di numeri di vendita ben più che soddisfacenti registrati in Italia dal 2008 al 2009 (+150%). Come per Logan e Sandero, anche per la Duster, la motivazione di un prezzo al pubblico così contenuto è da ricercarsi nella condivisione di risorse produttive con il marchio Renault, da cui deriva oltre il 50% della componentistica e nella struttura tecnico-produttiva orientata al minimo costo.

Sotto il profilo stilistico, quasi nulla si può contestare ai designer del “Renault Design Central Europe” di Bucarest, poiché hanno trovato un piacevole compromesso fra una linea personale e una ricercata sobrietà. Le dimensioni sono compatte (4.310 mm di lunghezza e 1.820 mm di larghezza) e l’altezza da terra misura ben 210 mm, il che assieme agli angoli d’attacco ed uscita di 30° e 36° consente di superare agevolmente anche ostacoli importanti. Abbiamo potuto provarla in tutte le condizioni meteorologiche, apprezzando con sorpresa le sue ottime doti su strada e nell’off-road. Certamente deve la sua agilità ad un peso molto contenuto (appena 1.160 kg nella versione 2WD e appena 90 in più per quella a trazione integrale), ma non solo, perché il cambio della Duster può vantare rapporti studiati appositamente per fare a meno delle ridotte e dunque adatti anche alle condizioni di guida più difficili. Il comando di gestione della trazione sulle quattro ruote mette a disposizione ben 3 modalità di marcia: “AUTO”, “4WD LOCK” e “2WD”. Nel primo caso la ripartizione della coppia tra avantreno e retrotreno avviene in modo del tutto automatico in funzione dell’aderenza. Per le strade impervie o poco carrabili è meglio preferire la modalità LOCK, mentre in città o su percorsi extraurbani conviene scegliere la modalità 2WD che garantisce indubbi vantaggi relativamente ai consumi. I motori disponibili sono due, uno a benzina, l’altro diesel. L’unità a benzina è un 1.6 da 105 CV per il quale il consumo dichiarato parla di 7,5-8 l/100 km e le emissioni di CO2 fra 177 e 185 g/km (secondo la tipologia di trazione). L’unità a gasolio invece è un 1.5 dCi da 107 CV (4X2) o 110 CV (4X4) con filtro antiparticolato e con consumi ed emissioni decisamente inferiori: 5,3-5,6 l/100 km e 139-145 g/km di CO2. L’invitante listino della Duster parte da 11.900 € per la versione 4×2, mentre servono 14.700 € per la versione a trazione integrale. Tre sono i livelli d’allestimento (Duster, Ambiance e Laureate), ma la versione entry level è disponibile solo con il motore a benzina e la trazione anteriore. Per accedere alla gamma diesel bisogna invece considerare come prezzo base 14.700 €. Tra gli accessori è disponibile anche il “Pack Look”, comprensivo di cerchi in lega leggera da 16”, barre sul tetto, retrovisori, carenatura anteriore/posteriore, minigonne cromate satinate e vetri posteriori oscurati.

Stefano Semeraro


Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...