Bmw X6 ActiveHybrid…anche 485 cavalli possono muoversi in silenzio

MILANO – Anche 485 cavalli possono muoversi senza far rumore. Ed è esattamente ciò che accade a bordo della Bmw X6 ActiveHybrid. Il marchio bavarese debutta nel segmento delle ibride con due importanti novità, la X6 e la Serie 7 in versione ActiveHybrid. Sfruttano due sistemi sviluppati entrambi a partire dal propulsore a benzina V8 biturbo di 4,4 litri a iniezione diretta, ma completamente diversi in tutto il resto.

La X6 ActiveHybrid adotta sostanzialmente un sistema full-hybrid bi-modale, ovvero in grado di marciare anche con il solo motore elettrico fino a 60 Km/h e per 2,5 Km. Abbiamo potuto provarla ed apprezzare un ovattato silenzio, quasi surreale, quando si procede alle basse velocità o quando si è fermi in coda: l’auto si muove, grazie ad uno dei due motori elettrici, ma non inquina e non fa rumore. Finita l’energia a disposizione per muoversi in modalità elettrica, interviene automaticamente il motore termico, sempre pronto a scatenare tutta la sua potenza ed aiutato anche dal secondo motore elettrico. Quest’ultimo, infatti, interviene in fase d’accelerazione, rendendo l’erogazione della potenza ancora più vigorosa e fluida. In fase di frenata e di rilascio dell’acceleratore invece, l’energia che sulle auto classiche viene dispersa, in questo caso viene recuperata e accumulata nelle batterie, per poi tornare disponibile quando si viaggia a basse velocità. Il sistema ibrido si compone dunque di un motore a benzina V8 da 408 CV e 600 Nm affiancato da un cambio molto particolare (a 7 marce automatico o sequenziale) che ne consente l’abbinamento a due motori elettrici da 91 CV e 260 Nm e da 86 CV e 280 Nm. La potenza complessiva del sistema è dunque di 485 CV e 780 Nm (nei sistemi ibridi non è mai la somma delle potenze specifiche), con un’accelerazione da 0 a 100 km/h in 5,6 sec. Per quanto concerne i consumi i dati dichiarati parlano di 9,9 litri/100 Km (-20%) ed emissioni di 236 g/Km di CO2, a patto di usare il piede “di velluto”. Il sistema della ActiveHybrid 7 è invece un mild-hybrid in parallelo, nel quale il motore elettrico svolge solo una funzione di assistenza e non spinge mai da solo la vettura. Quest’ultimo sviluppa 20 CV e 210 Nm di coppia è si trova tra il propulsore V8 da 449 CV e 650 Nm ed il convertitore di coppia del nuovo cambio a 8 rapporti della ZF (lo stesso delle versioni V12). La sua funzione è d’ausilio al motore benzina, ai bassi regimi, fungendo anche da alternatore in fase di rilascio (recuperando energia) e da motorino d’avviamento ogni qualvolta occorra riavviare il motore dopo una sosta (funzione Stop&Start). Ad alimentare il motore elettrico (come per la Mercedes S400 Hybrid) è una batteria agli ioni di litio che pesa 23 kg ed è alloggiata all’interno del bagagliaio. La combinazione tra V8 e motore elettrico produce una potenza massima di 465 CV e 700 Nm per un’accelerazione da 0 a 100 km/h in 4,9 secondi con consumi nel ciclo combinato ridotti del 15% e pari a 9,4 litri/100 km (2 in meno rispetto alla 750i), con emissioni di 219 g/Km di CO2. Tutte le informazioni utili al guidatore vengono, in entrambe i casi,  riportate dal sistema multimediale iDrive, dove è stata integrata di una nuova funzione Hybrid.

Stefano Semeraro

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...