La quarta Mini…si chiama Countryman

Dopo Mini, Mini Cabrio e Mini Clubman, arriva anche la Countryman, declinazione crossover di una delle vetture più trendy del mercato.  Si tratta del quarto modello della gamma Mini e porta con se numerose novità rispetto alla versione più classica, a partire dalle quattro porte, proseguendo con gli oltre 4 metri di lunghezza, per finire con le 4 ruote motrici, un sistema di trazione integrale, denominato MINI ALL4, derivato dall’xDrive di Bmw.

La forte personalità stilistica la rende ben riconoscibile, pur restando, a tutti gli effetti, una Mini, grazie ad un’attenta valorizzazione degli elementi di design principali. Nuovo è il frontale, con una griglia esagonale cromata o nera e i fari che si allungano sulle fiancate caratterizzate da una superficie vetrata particolarmente estesa, a tutto vantaggio della luminosità dell’abitacolo. Con un passo di 2,59 metri la Mini Countryman mette a disposizione spazio sufficiente per quattro passeggeri, poiché di serie prevede il sedile posteriore sdoppiato. All’occorrenza però, senza alcun sovrapprezzo, è possibile avere un divanetto posteriore a tre posti che si può far scorrere longitudinalmente per incrementare lo spazio per i bagagli da 350 a 440 litri (abbattendo lo schienale si arriva a 1.170 litri). L’abitacolo è, come di consueto, molto appagante stilisticamente ed in questo caso caratterizzato da opportune variazioni sul tema come il binario centrale denominato “Mini Center Rail” sul quale si possono applicare accessori come portatazze e portaoggetti di varia forma e dimensione. Il reparto motoristico offrirà cinque unità, tre benzina e due diesel, nelle versioni One e Cooper. Alla base della gamma prenderà posto il 1.6 da 98 CV e 153 Nm che promette consumi pari a 5.9 l/100 km (137 g/km di CO2). Seguirà la Cooper Countryman con un motore di pari cilindrata ma una potenza di 122 CV. Le prestazioni migliorano, ma a farne le spese, seppur limitatamente, sono consumi ed emissioni inquinanti (6,1 l/100 km e 142 g/km). Tra le fila dei diesel troviamo invece la versione One D con 90 CV e la Cooper D che di cavalli ne ha 112 e 270 Nm di coppia massima, con consumi ridotti a 4,4 l/100 km ed emissioni di CO2 di appena 116 g/km. All’apice della gamma si trova invece la Cooper S Countryman che adotta il nuovo 1.6 turbo da 184 CV con turbina twin-scroll, iniezione diretta e regolazione automatica dell’alzata delle valvole. Le prestazioni sono brillanti ed i consumi dichiarati fanno ben sperare (6,3 l/100 km; 146 g/km di CO2). Di serie la Countryman è offerta con cambio manuale a 6 rapporti, ma nel caso delle versioni a benzina è possibile optare per l’automatico a 6 velocità Steptronic con comandi  al volante. La trazione integrale sarà disponibile esclusivamente sulle Cooper D e S e il listino sarà compreso fra i 21 e i 29mila €.

Stefano Semeraro


Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...